Il materiale elettrico per le riparazioni fai da te

Avere degli hobby è sicuramente l’ideale per eliminare la tensione accumulata durante la settimana, e nel contempo ci si diverte un mondo nel creare oggetti e strutture utili pere la casa con la tecnica del fai da te. Il lavoro in base alla sua natura richiede tuttavia degli attrezzi specifici, per cui bisogna averli a disposizione per massimizzare il risultato. In riferimento a ciò, possiamo dire che sia per i lavori di carpenteria del ferro che del legno occorre del materiale elettrico adeguato, così come per le finiture di pareti in muratura. A tale proposito di seguito vediamo quali sono questi materiali, e a cosa servono nello specifico per portare al termine dei lavori fai da te.
Per quanto riguarda il ferro, un primo e indispensabile strumento elettrico è sicuramente un flex che consente di tagliare delle aste lineari, angolari e anche delle piastre, per poi realizzare ad esempio un treppiedi per un vaso da fiori, oppure un robusto tavolinetto per sorreggere un acquario marino. Un altro tipo di strumento elettrico indispensabile per questa tipologia di lavoro, è sicuramente una saldatrice ad arco voltaico che è disponibile sul mercato anche di piccole dimensioni e a cifre accessibili, e che si rivela funzionale per l’assemblaggio dei suddetti manufatti in ferro. Un trapano per forare e magari dotato di un riduttore di velocità, può inoltre ritornare utile sia per preparare l’avviamento di una vite che per farla avvitare senza eccessivi sforzi, che sono indubbiamente notevoli invece se si utilizza un normale cacciavite.
Per quanto riguarda invece il lavoro fai da te con il legno, indispensabile è sicuramente un seghetto alternativo che ritorna utile per tagliare sia listelli che tavole, così come una levigatrice a nastro, ideale per sgrossare e levigare le superfici lignee prima di stuccarle e rifinirle con le aniline o con una lucidatura a tampone. Anche in questo caso il trapano elettrico può ritornare utile come ad esempio per inserire dei tinò in legno, ed utilizzando quindi l’apposita punta elicoidale dotata di un punteruolo all’estremità, ed importante per garantire la perfetta centratura del foro. Sempre in tema di seghe, se il lavoro fai da te preferito riguarda proprio il legno, il consiglio è di acquistare una di tipo circolare.
Infine come accennato in fase introduttiva, parliamo delle pareti in muratura o anche in cartongesso. Questa tipologia di lavoro che è possibile eseguire con il fai da te, richiede oltre al suddetto trapano e al seghetto alternativo (dotato di una lama specifica per l’uso), anche di una levigatrice orbitale ideale per carteggiare con un minimo di sforzo una parete dopo la fase di stuccatura, evitando quindi un faticoso lavoro manuale. Altri piccoli materiali elettrici possono risultare indispensabili, come ad esempio un miscelatore per preparare le idropitture oppure un trapano esclusivamente dotato della funzione avvita/svita, ideale per fissare al muro i listelli in alluminio e i relativi pannelli in cartongesso. Da come si evince da quanto sin qui decritto, avere a disposizione degli attrezzi e materiali elettrici adatti per questi lavori, significa non solo portarli a buon fine e con il massimo della precisione, ma soprattutto evitare di doverli lasciare a metà in caso di difficoltà, e nel contempo impiegare poco tempo facendo anche pochissimo sforzo fisico.