I migliori ferri da stiro, tipi e recensioni

Abbiamo stilato per voi una classifica dei migliori ferri da stiro in commercio, combinando qualità, prezzo e recensioni dei consumatori.

Ferri da stiro con serbatoio incorporato.
Al primo posto della nostra classifica troviamo il “modello DW6020 della Rowenta”. Si tratta di un ferro a vapore che combina ottime prestazioni con risparmio energetico e ha un prezzo relativamente basso. Design accurato, getto massimo di vapore pari a 180g/min, funzioni “Eco” e “Autospegnimento”, filtro “anticalcare”, possibilità di stiratura verticale, piastra in acciaio con punta sagomata e moltissimi fori distribuiti su tutta la sua superficie: questi sono i vantaggi del modello della Rowenta, ai quali si aggiunge il prezzo, pari a 97 euro.

Cambiamo casa produttrice e vediamo il “modello Azur GC4846/32 della Philips” che si trova al secondo posto della nostra chart. Le caratteristiche di questo ferro a vapore sono molto simili a quelle del modello visto prima, ma va sottolineata la maggiore autonomia (il serbatoio contiene fino a 350 ml d’acqua), un plus sulle funzioni “anticalcare” e l’eccezionale scorrevolezza e resistenza della piastra che, tra l’altro, è anche molto facile da pulire. Il prezzo di listino è di 59 euro.

Il terzo classificato è il ferro della “Bosch modello TDA5650”. In questo caso, ci troviamo di fronte al giusto compromesso tra ferro con serbatoio interno e ferro con caldaia, per quanto riguarda la potenza e le prestazioni. La sua forma compatta non deve trarre in inganno perché è un ferro a vapore resistentissimo, dotato di tutte le funzioni più utili (compreso un triplice “sistema anticalcare”), permette la stiratura anche in verticale, il serbatoio contiene 300 ml d’acqua, ha un cavo pivotante a 360° e una piastra che è il non plus ultra della scorrevolezza e della resistenza. Il prezzo di questo ferro da stiro è di 53 euro.

Ferri da stiro con caldaia.
Il Top dei ferri da stiro con caldaia esterna è il “modello DG8991 della Rowenta”. Si tratta di un prodotto altamente professionale e perfetto in tutto: maneggevolezza (è leggero e dotato di manico in sughero), potenza (eroga 120g/min di vapore e la pressione arriva a 6,5 bar), qualità dei materiali. La piastra, realizzata in acciaio, è scorrevolissima, ha la punta sagomata e 400 microfori distribuiti uniformemente. Il serbatoio, estraibile e con avvolgicavo elettrico, ha una capienza di 1,5 litri. Il ferro consente la stiratura in verticale, è pronto all’uso in due minuti ed è dotato delle funzioni: “Eco”, “anticalcare” e “Boost”, che consente di avere un getto di vapore di 450g/min. Il modello della Rowenta costa, da listino, 360 euro.

Per un ferro da stiro con prestazioni simili a quello della Rowenta, ma a un prezzo più vantaggioso, vi consigliamo il secondo classificato, ossia il “modello Vaporella 535 Eco Pro della Polti”. Anche in questo caso si parla di un prodotto altamente professionale, maneggevole e robusto: la piastra è in alluminio con fori concentrati sulla punta. La sua autonomia è praticamente illimitata, la caldaia tiene 1,1 litri d’acqua e ritroviamo quasi tutte le funzioni del ferro della Rowenta ma a un prezzo decisamente inferiore, pari a 100 euro circa.

Terzo posto dei ferri con caldaia esterna: il “modello Stirella Pro1847X della DeLonghi”. E’ un prodotto più che buono, con caratteristiche analoghe ai ferri precedenti ma con una particolarità: la piastra ha la parte centrale in acciaio inox e i bordi in ceramica, per evitare di bruciare le fibre dei tessuti e creare l’effetto “lucido”. Pesa un po’ di più rispetto alla media, ma garantisce comunque un’ottima maneggevolezza. Il serbatoio tiene 1,1 litri, è estraibile e munito di avvolgicavo elettrico: il vapore erogato è pari a 130 g/min e il tempo di riscaldamento è di 4 minuti. Questo ferro da stiro costa 190 euro.