Fare skate: tutta l’attrezzatura necessaria per fare skateboard

Tutti i ragazzi, prima o poi, rimangono affascinati dallo skateboard e si chiedono se sia facile o meno dedicarsi a questa disciplina. Scegliere di fare skate richiede costanza, pratica e tanta dedizione, ma una volta acquisita una tecnica di base sarà difficile staccarsi dalla propria tavola, con cui si raggiungerà un feeling del tutto particolare.
La scelta del primo skate non è semplice e non va sottovalutata. É facile lasciarsi ammaliare dalle grafiche accattivanti delle tavole disponibili nei negozi. Ma quello visivo non è che l’ultimo aspetto (anche se non per importanza) da considerare.
Chi si avvicina al mondo dello skate ha due opzioni: scegliere una tavola già assemblata o comprare i singoli pezzi da montare. In quest’ultimo caso, lo skateboard potrà essere personalizzato a seconda delle esigenze del proprietario. É chiaro inoltre che assemblare le varie componenti farà scattare immediatamente un feeling ineguagliabile.
Si parte ovviamente dalla scelta della tavola. Esistono in commercio modelli di diverse dimensioni e materiali. Le più diffuse sono sicuramente le tavole in legno, ma è facile reperire anche quelle in fibra di vetro o in materiale misto. Quanto alle dimensioni, occorre tenere in considerazione la disciplina che si andrà a praticare. Ad esempio, per lo street è preferibile optare per una tavola più stretta, che faciliti le rotazioni su se stessi. Se si ha intenzione di divertirsi nel vert invece, meglio una base più larga. Tavole lunghe e larghe sono poi preferibili qualora si voglia utilizzare lo skate come mezzo di trasporto.
Scelta la tavola, si potrà applicare un grip adatto per la personalità dello skater. Il grip non è altro che la particolare carta abrasiva con le varie grafiche, che viene incollata sullo stakebord dandogli colore.
Altra componente fondamentale sono le ruote. Anche in questo caso, mentre per correre su strada vanno preferite ruote dure e strette, per divertirsi su altri terreni meno uniformi meglio optare per ruote grandi e morbide, che garantiscano una maggiore stabilità e aderenza. Pure per queste componenti poi, si sceglierà la fantasia cromatica desiderata.
L’acquisto delle ruote va abbinato a quello dei cuscinetti, ossia gli anelli metallici che permettono a queste ultime di ruotare su se stesse.
Elemento fondamentale per l’assemblaggio è anche il truck. Si tratta di uno snodo a forma di T, realizzato in alluminio, ferro o carbonio. Esso collega la tavola alle ruote. Di regola, deve essere largo quanto la tavola stessa. L’altezza invece varia a seconda della disciplina praticata e del tipo di ruote. Ad esempio, un truck alto con ruote grandi implementerà la velocità dello skateboard.
I distanziali poi, sono i componenti (anch’essi disponibili in vari colori e dimensioni) necessari per distanziare il truck dalla tavola. Essi servono ad assorbire gli urti e ad evitare il bloccaggio delle ruote che, in frenate brusche, vadano a toccare la tavola.
Oltre a tutti gli elementi esaminati, è una scelta saggia munirsi di un kit di chiavi, brugole e cacciaviti, necessario per qualsiasi evenienza.
Occhio poi alla sicurezza: soprattutto per i meno esperti, è consigliabile l’acquisto di caschi, ginocchiere, gomitiere, parapolsi, guanti e tutti gli accessori utili a non farsi male.